ItaliaViaggi in Europa

Due giorni a Chianciano Terme: come organizzare

Chianciano Terme

Incastonata tra la Val di Chiana e la Val d’Orcia, Chianciano Terme è una delle località termali più note in Italia, circondata da splendidi paesaggi dichiarati patrimonio dell’UNESCO.

E’ facile affacciarsi dalla terrazza del centro storico e rimanere incantati di fronte alle forme sinuose delle colline senesi, specie se illuminate dal sole che sta per tramontare.

Chianciano Terme è sinonimo di benessere. Questo lo sapevano già gli Etruschi ed i Romani che erano a conoscenza delle proprietà benefiche dell’acqua che sgorga ancora oggi dalla sorgente Sillene, particolarmente indicata per la cura del fegato.

Ma a Chianciano Terme si viene anche per concedersi una pausa rilassante nel cuore della Toscana, a due passi dai borghi di Pienza e Montepulciano.

Come organizzare una visita di due giorni

Partendo da Roma abbiamo deciso prendere la macchina per essere più indipendenti negli spostamenti. Abbiamo impiegato circa due ore per arrivare e ci è stata utile anche per spostarci dall’albergo ai centri termali, oltre che per visitare i dintorni di Chianciano.

Dove dormire

Chianciano Terme

Abbiamo trascorso la nostra prima e unica notte presso l’Hotel Santa Caterina, poco distante dalle strutture termali e dal centro storico. Si tratta di un modesto hotel a tre stelle con un (piccolo) parcheggio esterno gratuito per i suoi clienti e una terrazza piena di fiori che ti accoglie ancor prima di entrare.

Ci siamo trovati bene perché la stanza nella sua semplicità era spaziosa e dotata di tutto: bagno interno, condizionatore, tv, frigo bar con acqua e un balconcino che rendeva la stanza molto luminosa. La sera lasciando aperta la finestra non abbiamo neanche avuto bisogno di accendere il condizionatore.

E poi vogliamo parlare della colazione? Ogni mattina per gli ospiti viene preparato un buffet ricco di dolci fatti in casa, biscottini deliziosi, succhi di frutta, yogurt… Insomma non manca proprio nulla, neanche il ristorante!

Cosa fare

Chianciano Terme

Piscine termali Theia

Le piscine termali Theia sono formate da quattro piscine esterne immerse nel verde e tre piscine interne circondate da luminose vetrate. A disposizione dei visitatori ci sono diversi lettini ma se preferite avere più spazio per voi, visto che i lettini sono molto vicini l’uno all’altro, ci si può tranquillamente sdraiare sul prato.

Le piscine sono alimentate dalle acque della sorgente termale Sillene che hanno una temperatura di circa 33 – 36 gradi che le rendono utilizzabili in tutte le stagioni. Sono presenti idromassaggi e getti d’acqua, ma una nota curiosa è il fatto che le piscine interne ed esterne siano collegate tra loro quindi per spostarsi non c’è neanche bisogno di uscire dall’acqua.

Chianciano Terme

All’entrata viene consegnato un braccialetto elettronico con cui aprire e chiudere l’armadietto e farsi addebitare le spese del bar che verranno pagate all’uscita.

Il bar/ristorante è il punto forte di questa struttura. A pranzo offre un menù ricco di piatti tipici toscani preparati con prodotti a km zero, ma anche tanta frutta in forma di macedonia o gustose centrifughe.

Cosa ho assaggiato e vi consiglio: gli stepitosi pici al ragù di Chianina, il tagliere delle Theia, la bresaola di Chianina e la centrifuga Notte Magica.

chianciano terme

Info su piscinetermalitheia.it

chianciano terme

Terme Sensoriali

Le Terme Sensoriali non sono semplici terme, sono caratterizzate da 20 diverse esperienze (chiamate 20 meraviglie) divise per elementi quali acqua, terra, fuoco, aria, etere, che hanno lo scopo di mettere in armonia tutti i sensi.

Esse si articolano in 4 percorsi: depurativo, energizzante, rilassante e riequilibrante che prevedono uno specifico ordine e durata delle varie esperienze presenti nella struttura come: piscina con idromassaggio, vasca salina, fanghi, docce emozionali, cromoterapia, aromaterapia e altro.

In base al risultato che si vuole ottenere si sceglie il percorso più adatto che può essere consigliato dallo staff presente nella struttura.

Anche alle Terme Sensoriali vi è una parte esterna: due piscine si trovano all’aria aperta e guardano il giardino in cui è possibile rilassarsi sorseggiando una tisana o prendendo il sole.

chianciano terme

Esperienze che mi hanno colpito

Mi hanno particolarmente colpito le stanze dedicate a:

  • L’aromaterapia formata da sedie colorate posizionate in una stanza ovale in cui si respira un buonissimo odore di menta o limone.

  • La Vasca Sensoriale, una vasca profumata in cui bisogna immergersi quasi completamente per poter ascoltare le dolci sinfonie trasmesse sott’acqua mentre si osservano le pareti in mosaico che cambiano colore e riflettono i movimenti dell’acqua. Vi assicuro che è estremamente rilassante e.. romantico se si sta in due.

chianciano terme

Per finire in bellezza, a tali percorsi è possibile aggiungere il percorso del gusto, un pranzo a buffet dove vengono proposti dei piatti preparati con prodotti biologici della zona, scelti anche in base al loro colore poiché secondo gli esperti le funzioni dell’organismo possono essere influenzate anche dal colore degli alimenti.

Info su termesensoriali.it

Mappa

Tags : italia

7 Comments

Dimmi cosa ne pensi!