street-art

Il murale sul Tevere Triumphs and Laments

Triumphs and Laments

Roma si arricchisce con altre opere di street-art.

Questa volta l’area interessata è quella delle sponde del fiume Tevere, da Ponte Sisto a Ponte Mazzini, le quali saranno protagoniste del progetto Triumphs and Laments” dell’artista sudafricano William Kentridge.

E sapete una cosa? Non verrà utilizzato alcun tipo di vernice.  E sarà un’opera pazzesca.

Il murale lungo 550 metri, composto da ben 80 figure, alte fino a 9 metri, rappresenterà i trionfi e le sconfitte che hanno segnato la storia di Roma. Non ci saranno solo imperatori ma anche personaggi attuali.

La tecnica usata è quella della pulitura selettiva: verranno puliti tratti del muro con getti d’acqua che elimineranno lo smog accumulatosi negli anni, dando vita alla sceneggiatura disegnata dall’artista, servendosi di stencil giganti ricavati dai disegni di Kentdrige. Le immagini saranno disegnate per sottrazione, ma non sono destinate a durare per sempre. Si stima che la colossale opera potrà durare circa 3 anni, con il passare del tempo infatti, lo smog tornerà a ricoprire il muro facendo scomparire l’opera.

Triumphs and Laments

L’intento è quello di puntare i riflettori su una parte di Roma che non viene curata quanto dovrebbe. Le banchine e la pista ciclabile del Tevere non sono ben mantenute e si spera in questo modo di riqualificare la zona, dandogli l’attenzione che merita.

L’inaugurazione è prevista il 21 aprile 2016, una data significativa, quella del Natale di Roma. L’evento sarà accompagnato dalla musica di Philip Miller e prevede due processioni che si incontreranno al centro del fregio per proiettare le loro ombre in movimento, su di esso. Triumphs and laments

Triumphs and Laments

Ci sono tutti i presupposti affinché questo giorno sia.. un trionfo!

Promotori del progetto Assessorato alla Cultura di Roma Capitale Tevereterno.

Tags : romastreetart

14 Comments

Dimmi cosa ne pensi!